DERGI L'INDUSTRIALE l’industriale her onbeş günde bir uzamanlaşmış makine satıcılarında bulunan yeni ve ikinci el makineleri bilginize sunar; ayrıca röportajlar, haberler, ekonomi, fuarlar ve endüstriyel konular hakkındaki gelişmeleri de burada bulabilirsiniz...

DAHA FAZLASINI BULUN»
SATILIK MAKINELER

Binlerce satılık, yeni, ikinci el, arttırma ile satışta, tasfiye ve iflas ile satışta olan takım tezgahı arasından aradığınız makineyi seçin.

ARAMA ILANLARI

Arama ilanları.

SATILIK TAKIM TEZGAHI

Kayıt olun ve yeni yada kullanılmış takım tezgahlarınızı on line olarak satışa çıkartınız.

DERGI L'INDUSTRIALE
l’industriale her onbeş günde bir uzamanlaşmış makine satıcılarında bulunan yeni ve ikinci el makineleri bilginize sunar; ayrıca röportajlar, haberler, ekonomi, fuarlar ve endüstriyel konular hakkındaki gelişmeleri de burada bulabilirsiniz...
Son sayinin
sayfalarina bakin
L'industriale
Abonelik
DAHA FAZLASINI BULUN»
MAKİNE
SATICILARI
satıcı
ülke
il
FUARLAR
Metal işleme sektörü ile ilgili İTALYA’DA VE DÜNYADA YAPILAN ÖNEMLI FUARLAR
FUAR LISTELERI
Made in Steel 2019: nuovo paradigma per l’acciaio, più innovativo e sostenibile
Circa lo 0,7% del fatturato in siderurgia è investito in ricerca e sviluppo. Proprio delle potenzialità di crescita in innovazione e di sostenibilità si parlerà alla principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera siderurgica. Ai convegni interverranno oltre 40 relatori dall’Italia e dal mondo
 
  • Acciaierie Venete, ArcelorMittal Italia, Danieli, Duferco, Feralpi, Liberty Steel, Marcegaglia, SMS Group tra le grandi aziende presenti nel programma delle conferenze. 
  • Associazioni siderurgiche: interverranno rappresentanti di Eurometal e Federacciai.
  • Giovedì 16 maggio l’assemblea generale di Assofermet.
 
Un invito a restare umani, nella rivoluzione tecnologica della siderurgia mondiale che passa per una sempre maggiore attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale e per una spinta all’innovazione di prodotti, processi e servizi. È quello che arriverà da Made in Steel, la principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera siderurgica che si terrà a fieramilano Rho (Milano) dal 14 al 16 maggio, intitolata “STEEL HUMAN - Sustainability and innovation”.
 
«L’acciaio sta attraversando un delicato momento di cambiamento, con alcuni settori utilizzatori chiave, come costruzioni e automotive, che sono in difficoltà, e con la chiusura globale dei mercati. Uno dei compiti di Made in Steel, in tale congiuntura, è anche questo: parlare alla filiera dell’acciaio perché il mercato diventi luogo di relazione, incontro, scambio di informazioni. Ciò a patto di avere imprenditori siderurgici che non guardino alla piazza commerciale come a un campo di battaglia, ma che lavorino in collaborazione e condivisione, in nome della costruzione degli acciai del futuro, innovativi e sostenibili» afferma Emanuele Morandi, presidente e amministratore delegato di Made in Steel.
 
INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ - Secondo le ultime stime dell’Ufficio Studi siderweb, la spesa in ricerca e sviluppo nell’industria dell’acciaio, al netto di quanto spesato a conto economico, è circa lo 0,7% del fatturato. Una quota più bassa rispetto a quelle di altri settori manifatturieri (elettronica 8,9%; automotive 3,2%; macchine e apparecchi meccanici 2,8%).
C’è margine di crescita, anche considerando che il 99% degli investimenti della filiera siderurgica nel 2017 è stato destinato alle immobilizzazioni materiali (secondo quanto emerso dall’analisi di un campione di 144 imprese, inserita nello studio siderweb Bilanci d’Acciaio 2018). In fase di esplorazione anche i temi del delicato rapporto tra uomo e macchina, delle interazioni machine to machine, della manifattura additiva.
 
Proprio grazie all’innovazione, l’acciaio sta lavorando alla riduzione dei consumi, delle emissioni e dei rumori, all’uso di input differenti. In una parola, alla sostenibilità. Negli ultimi 50 anni, ingenti investimenti in tecnologia e ricerca a livello globale sono stati destinati alla fabbricazione di acciai ultra resistenti e ultra leggeri, riducendo il peso di alcune tipologie di prodotti fino al 40%, secondo i dati della World Steel Association.
Non solo, la siderurgia ha anche drasticamente ridotto il proprio consumo di energia: per produrre una tonnellata di acciaio, oggi è necessario il 60% di GJ in meno rispetto al 1960. Maggiore efficienza è stata raggiunta anche nell’utilizzo delle materie prime, in filiere produttive più flessibili e compatte che limitano i consumi.
 
I CONVEGNI DI MADE IN STEEL - Sono oltre 40 i relatori, dall’Italia e dal mondo, che interverranno ai principali convegni di Made in Steel, che si terranno nella siderweb Conference Room, al centro dei padiglioni 22 e 24 di fieramilano Rho. Tra essi, i protagonisti del settore della produzione siderurgica italiana ed europea (Alessandro Banzato, presidente Federacciai e Ad Acciaierie Venete; Gianpietro Benedetti, presidente Gruppo Danieli; Fernando Espada, presidente Eurometal; Antonio Gozzi, presidente Gruppo Duferco; Matthieu Jehl, Ad ArcelorMittal Italia; Antonio Marcegaglia, presidente Gruppo Marcegaglia).
 
Mercato e protezionismo, settori utilizzatori e in particolare automotive, impianti siderurgici sono alcuni dei temi che saranno affrontati durante i convegni.
È in programma, giovedì 16 maggio, anche l’assemblea generale di Assofermet, l’associazione nazionale dei distributori e commercianti di acciaio, rottami ferrosi e ferramenta.
Il programma completo è disponibile su www.madeinsteel.it.



Nell'immagine (da sx): Lucio Dall'Angelo, direttore generale siderweb, Paolo Borgio, direttore organizzatori terzi e sponsorizzazioni fieramilano, Alessandro Mattinzoli assessore Sviluppo economico Regione Lombardia, Emanuele Morandi, presidente e amministratore delegato Made in Steel, Flavio Bregant, direttore generale Federacciai, Riccardo Benso, presidente Assofermet, Stefano Ferrari, responsabile Ufficio Studi siderweb.  

Acciaio: la congiuntura siderurgica a maggio
L'andamento dei principali indicatori dell'acciaio italiano, europeo e mondiale

PRODUZIONE DI ACCIAIO

ITALIA (fonte: Federacciai)

2018: 24,532 milioni di tonnellate (+1,9% tendenziale)
Gennaio-marzo 2019: 6,284 milioni di tonnellate (-2,1%)

UNIONE EUROPEA (fonte: World Steel Association)

2018: 168,1 milioni di tonnellate (-0,3%)
Gennaio-marzo 2019: 42,297 milioni di tonnellate (-2%)

MONDO (fonte: World Steel Association)

2018: 1,790 miliardi di tonnellate (+4,5%)
Gennaio-marzo 2019: 444 milioni di tonnellate (+4,5%)

PREVISIONI
Le previsioni per il consumo globale di acciaio sono ancora positive, sia per il 2019 sia per il 2020, ma con un ritmo inferiore rispetto al 2018. Mentre l’anno scorso il consumo è salito del 2%, nel 2019 salirà dell’1,3% e nel 2020 dell’1%.
In Unione europea, dopo il +4% del 2018, nel 2019 la crescita del consumo sarà di +0,3% e nel 2020 del +1,9%.
In Italia, il tasso di crescita sarà più contenuto: secondo le previsioni del prof. Gianfranco Tosini dell’Ufficio Studi siderweb, il tasso di attività dei settori utilizzatori di acciaio in Italia calerà dello 0,1% quest’anno, designando una prospettiva di consumi sostanzialmente stazionari rispetto al 2018, con qualche decimo di punto in più o in meno rispetto al 2018. Il 2020 non dovrebbe discostarsi da questa visione.
«Per quel che concerne la siderurgia italiana, ci sono alcuni segnali di rallentamento e di difficoltà, dopo un triennio, il 2016-2018, abbastanza buono. Al momento, pur non essendo una situazione entusiasmante, non ci sono nemmeno segnali di imminenti crolli. Sarà però necessario rimanere concentrati sull’efficienza e monitorare con attenzione soprattutto i segnali che arrivano dell’estero in materia di dazi e guerre commerciali, che rischiano di penalizzare l’export nazionale, che è stato negli ultimi anni un valido aiuto ai conti delle imprese» commenta Stefano Ferrari, responsabile dell’Ufficio Studi siderweb.



IMPORT EXPORT ITALIANO
L’Italia rimane deficitaria soprattutto per le materie prime: a causa delle importazioni di rottame, ghisa e minerale ferroso, il deficit commerciale 2018 è di 8,3 milioni di tonnellate, e di semilavorati,
-2,5 milioni di tonnellate. Nei prodotti finiti, il commercio estero fa registrare un lieve surplus (circa 300-400mila tonnellate annue) grazie soprattutto ai lunghi e ai tubi. I piani invece (produzioni ex-Ilva) sono ancora deficitari.



Tutti i numeri di Made in Steel 2019
Sempre in crescita dal 2005

Superficie espositiva:
12.800 metri quadrati (11.670 nella precedente edizione nel 2017)

Aziende presenti:
312 (270)

Espositori esteri:
72 (46)

Percentuale di presenza estera:
23% (18%)

Paesi esteri presenti:
25 (18)



  Buyer:
42 (38)


  • Circa l’80% degli espositori del 2017 ha confermato la propria partecipazione. Una quota superiore del 10% alla media di analoghe manifestazioni internazionali.
  • Oltre 40 relatori, dall’Italia e dal mondo, parteciperanno ai convegni della tre giorni dell’acciaio.
  • Quasi il 70% dei visitatori 2017 aveva autorità d’acquisto, da solo o con altri.
  • Quasi 15mila presenze all’edizione 2017, provenienti da 74 Paesi (68 nel 2015), in crescita del 15% rispetto all’edizione precedente.
  • I numeri di Made in Steel sono certificati dall’ISF, l’Istituto di Certificazione Dati Statistici Fieristici.
  • Made in Steel si svolgerà in concomitanza, per due giornate, con LAMIERA, la manifestazione internazionale promossa da UCIMU dedicata alle tecnologie per il taglio e la deformazione della lamiera e a tutte le innovazioni legate al comparto, in programma, dal 15 al 18 maggio, nei padiglioni 13-15-18 di fieramilano Rho. Una concomitanza che, come già nella precedente edizione del 2017, accresce le opportunità per i visitatori e gli espositori e che moltiplica il numero di buyer internazionali invitati a visitare le due manifestazioni, nell’ambito dell’iniziativa promossa da ICE-Agenzia in collaborazione con gli organizzatori dei due eventi. A LAMIERA gli operatori delle delegazioni estere saranno infatti un centinaio.

Ufficio stampa Made in Steel


Elisa Bonomelli 
T +39 030 2548 520 // M +39 392 1733 747 

ebonomelli@madeinsteel.it//press@madeinsteel.it 

via Don Milani n.5, Flero (Bs)